CHI È IL RLS?
Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), secondo quanto riportato dall’art.2 del D. Lgs 81/008, è la “persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro“.

Il Datore di Lavoro deve comunicare annualmente all’INAIL il nominativo del RLS come stabilito dall’art. 18, oppure indicarne l’assenza.

QUALI SONO I COMPITI DEL RLS?
Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza all’interno dell’azienda ha diverse funzioni:

Deve promuovere l’elaborazione, l’individuazione e l’attuazione delle misure di prevenzione per la salvaguardia della salute dei lavoratori;
In quanto rappresentante dei lavoratori funge da ponte comunicativo tra i lavoratori stessi e chi ha la responsabilità di pianificare gli interventi e le azioni che assicurino che l’ambiente di lavoro sia sicuro, oltre a garantire che le condizioni di salute dei lavoratori siano compatibili con le mansioni a loro assegnate.
Nel caso vengano individuati dei rischi il RLS ha il compito di avvertire il responsabile dell’azienda per prendere provvedimenti. Qualora non venissero prese precauzioni in merito, l’RLS ha il dovere di fare ricorso alle autorità competenti.
COME VIENE NOMINATO IL RLS?
La nomina del RLS avviene di norma all’interno dell’azienda attraverso una votazione alla quale partecipano tutti i lavoratori. Se in azienda ci sono più di 15 lavoratori l’elezione avviene con le stesse modalità ma all’interno delle rappresentanze sindacali aziendali.

A seguito la persona designata deve partecipare ad un corso completo di formazione e conseguirne l’attestato. L’art. 37 comma 11 del D.Lgs. 81/08 ha introdotto inoltre l’obbligo di aggiornamento annuale dei RLS.

CHE FORMAZIONE È PREVISTA PER IL RLS? E L’AGGIORNAMENTO?
La formazione per il RLS prevede un corso completo di minimo 32 ore, seguito da un aggiornamento annuale di durata non inferiore a 4 ore per le imprese che registrano un numero di dipendenti compreso tra 15 e 50 lavoratori, mentre per le aziende con più di 50 lavoratori l’aggiornamento dovrà avere una durata minima di 8 ore.

IL RLS È ESONERATO DAI CORSI DI FORMAZIONE DEI LAVORATORI E AGGIORNAMENTI?
Il RLS, grazie al corso di formazione specifico di 32 ore, è esonerato dalla frequentazione del corso di formazione generale sulla sicurezza, ma è obbligato a frequentare il corso di formazione specifica secondo il livello di rischio dell’azienda di appartenenza.

Il corso annuale di aggiornamento per RLS invece esonera dalla frequentazione obbligatoria quinquennale dell’aggiornamento per lavoratori, preposti e dirigenti.

Di seguito riportiamo delle tabelle esplicative:

QUANTI RLS DEVONO ESSERE NOMINATI?
L’art. 47 del D. Lgs 81/008 specifica che “in tutte le aziende, o unità produttive, è eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza” e che “il numero minimo [..] è il seguente:

a) un rappresentante nelle aziende ovvero unità produttive sino a 200 lavoratori;

b) tre rappresentanti nelle aziende ovvero unità produttive da 201 a 1.000 lavoratori;

c) sei rappresentanti in tutte le altre aziende o unità produttive oltre i 1.000 lavoratori.”